• Tipo News
    INFORMAZIONE
  • Fonte
    Varie - UE
  • Del

I negoziati ufficiali sul prossimo Programma quadro inizieranno solo a metà del 2025, sulla base di una proposta della Commissione europea, allora appena insediata. Il prossimo Programma Quadro per la Ricerca e l'Innovazione, il "10° PQ", prenderà così avvio nel 2028 e dovrebbe avere una durata di sette anni, fino al 2034.

Malgrado ancora lontano nel tempo, l'analisi in corso condotta dal gruppo di esperti identificati dalla Commissione europea e che porterà all'inizio del 2025 alla valutazione intermedia di Horizon Europe, fornisce lo sfondo per avviare una riflessione su come le politiche europee di ricerca, tecnologia e innovazione potrebbero o dovrebbero essere modificate dopo il 2027.

Il gruppo di esperti, presieduto dall'ex ministro portoghese della Ricerca Manuel Heitor, ha anche il compito di fornire alla Commissione un parere sul futuro Programma quadro entro novembre 2024. Inoltre, il Consiglio europeo ha invitato Enrico Letta a presentare una relazione sul mercato interno, che è stata pubblicata a maggio 2024, e Mario Draghi consegnerà una relazione sulla competitività dell'UE, commissionata dalla CE, entro la fine di giugno 2024.

Tutte queste attività confluiscono nel lavoro preparatorio della Commissione europea per la sua proposta legislativa per il 10° Programma quadro. La proposta è attesa per l'estate o l'autunno 2025. Successivamente inizieranno i negoziati sia in Consiglio che al Parlamento europeo, in vista dell'adozione della legislazione per il 10° PQ entro la fine del 2027.

I position papers

Sono diversi i position papers in circolazione che riflettono, analizzano e forniscono raccomandazioni relativamente al Prossimo Programma Quadro di R&I. Tali documenti riflettono le posizioni di stakeholder di rilievo a livello europeo e, in alcuni casi, le posizioni nazionali.

Questi alcuni dei più recenti position papers pubblicati: